Marketing turistico con Pinterest

turismo-pinterest

I Social Media stanno cambiando il nostro modo di fruire del web. Flickr, Twitter, Facebook, YouTube hanno un potenziale enorme per la promozione del turismo, ma non sono la panacea di tutti i mali. Sarà Pinterest a risollevare le sorti dei Social Media?

Tutti gli operatori del turismo online vogliono incrementare il traffico verso il proprio sito. Ma è veramente necessario tutto questo traffico? In genere si hanno già degli enormi problemi a convertire i visitatori che già giungono sul sito in clienti.

Vediamo cos’è Pinterest e come può essere utile per la promozione del turismo.

Pinterest ti permette di determinare quali sono i principali interessi dei tuoi visitatori. Se qualcuno “pinna” la foto della tua struttura, sono necessari veramente pochi click per comprendere gli altri aspetti che quella persona ritiene importanti. Sono gli interessi contigui il business del futuro. Considerate i “pin” come un’espressione del mood dei visitatori. E tutto ciò è spontaneo e non dovete pagare nessuna agenzia di comunicazione e Public Relations.

Indiana su Pinterest

Gli addetti al Destination Marketing sono sempre alla ricerca del miglior modo per influenzare il potenziale visitatore. Ed il momento più critico è quell’attimo in cui il visitatore decide di considerare la tua destinazione all’interno delle sue alternative disponibili. Ciò dipende da un innumerevole insieme di fattori: la decisione potrebbe scaturire da un film, da una canzone, da una serata in un ristorante o dal passaparola con gli amici.

Prima di oggi, questo momento ti era sconosciuto. Ora, grazie a Pinterest, le cose sono cambiate.

Possiamo letteralmente vedere quando un consumatore aggiunge una destinazione (che sia un albergo, un resort, un ristorante, una località geografica poco importa) attraverso un “pin” nella sua bacheca. Questo è un potente segnale espresso dal consumatore verso la destinazione. E questo aspetto è tremendamente difficile da scoprire attraverso gli altri Social Media.

Crediamo che il potere del Destination Management sia enorme e spesso viene sottovalutato all’interno del piano di marketing. Pinterest, con il suo design semplice ed usabile, è un ottimo tool per studiare i comportamenti dei visitatori e comprendere cosa amano di più.

Entro pochi mesi Pinterest rilascerà le API, interfaccie di accesso al loro database, e nasceranno di conseguenza una serie di servizi collaterali per estrarre informazioni aggregate relative agli interessi espressi dagli utenti. Questa è un opportunità unica per collezionare e mettere in evidenza il meglio delle opinioni dei tuoi visitatori.

Sei pronto a considerare Pinterest come un requisito indispensabile per la tua strategia di marketing?




I più letti