AdWords per hotel: 10 consigli per avviare una campagna Pay per Click di successo

adwords per hotel

Google AdWords è la piattaforma pubblicitaria di Google dedicata alla creazione e distribuzione di annunci pubblicitari sia all’interno delle pagine dei risultati del motore di ricerca sia su un network di siti partner.

Gli strumenti messi a disposizione da Google AdWords sono molto potenti ed in continua evoluzione. E’ indispensabile essere sempre aggiornati sulle ultime novità introdotte nella piattaforma e comprendere come sia possibile sfruttarle adeguatamente per il marketing del proprio hotel.

Gestisco campagne su Google AdWords per diverse strutture italiane e nella stragrande maggioranza dei casi sono intervenuto in situazioni veramente “estreme”, dove cioè l’albergatore aveva attivato campagne assolutamente non performanti pur impiegando budget importanti. C’è da dire che ogni struttura fa caso a sè, in quanto gli obiettivi possono essere i più disparati ed ovviamente anche i budget a disposizione.

10 consigli per avviare una campagna su AdWords

Ecco 10 semplici consigli per avviare con successo una campagna su Google AdWords per il proprio hotel.

  1. Usate le estensioni di chiamata. Gran parte del traffico sui siti web degli hotel arriva ormai dai dispositivi mobili (smartphone e tablet). Impostando le estensioni di chiamata sugli annunci è possibile invitare l’utente ad effettuare una chiamata in hotel semplicemente cliccando sul bottone “Chiama”. Molto pratico ed utile!
  2. Le estensioni di località sono fondamentali. Se le estensioni di chiamata vi permettono di ricevere telefonate da parte dei potenziali clienti, le estensioni di località vi consentono di mostrare il vostro hotel sulla mappa di Google con le relative istruzioni per raggiungerlo.
  3. Sitelinks. Avete speso cifre considerevoli per realizzare il sito web del vostro hotel. Ora è bene invitare gli utenti a visitare anche le pagine interne e non solo la “fantastica” home page. Si può fare con le estensioni per i sitelinks: si possono inserire fino a sei pagine interne del proprio sito e verranno visualizzate sotto l’annuncio su Google AdWords. Esempi di sitelinks: “Le nostre camere”, “Offerte estate 2013”, “Vacanze al mare per famiglie”, etc..
  4. I numeri vengono cliccati più di frequente. Inserite quindi i prezzi nel testo e nel titolo dell’annuncio. Ad esempio: “Una settimana per due a partire da 399€”. Utilizzando il prezzo riuscirete ad aumentare la percentuale di clic rispetto alle visualizzazioni (CTR) e quindi ridurre il costo complessivo della campagna.
  5. Link alle landing page. Ogni gruppo di annunci dovrebbe far riferimento a poche parole chiave (3-5 al massimo) molto specifiche e il visitatore che clicca sull’annuncio deve trovare nella pagina di atterraggio le informazioni necessarie a soddisfare la sua richiesta. Quindi linkate le pagine interne del sito web e non solo la home page. Ad esempio, se fate un annuncio dedicato alle “offerte per famiglie” la pagina di atterraggio dovrà essere realizzata pensando alle famiglie, con immagini e testi informativi che possano spiegare nel dettaglio l’offerta speciale.
  6. Geolocalizzate gli annunci. Google AdWords vi permette di geolocalizzare per nazione, città e zona gli annunci. Quindi se avete turismo estero, potete realizzare una campagna in lingua dedicata ai visitatori che cercano determinate parole chiave da una nazione specifica. Sfruttate questa possibilità anche per fornire un annuncio a chi cerca semplicemente “hotel” attraverso il proprio dispositivo mobile nella vostra zona di riferimento: probabilmente è un cliente business che ha bisogno di una sistemazione e grazie alla sua ricerca potrà arrivare al vostro hotel.
  7. Testate vari annunci. All’interno di una campagna create vari gruppi di annunci e per ogni gruppo vari annunci, con titoli e testi differenti. In questo modo riuscirete a comprendere quale annuncio ha delle performance migliori e procedere ai relativi aggiustamenti.
  8. Fate offerte sul nome del vostro hotel. Anche se siete già posizionati grazie alla SEO, dovreste avere attivi alcuni annunci per chi cerca il nome del vostro hotel. Solitamente sono gli annunci con un CTR molto elevato, in quanto il visitatore è alla ricerca proprio del vostro hotel e lo troverà subito sotto al box di ricerca di Google. Non state sprecando i vostri soldi: biddare sul brand del proprio hotel contribuisce ad aumentare il punteggio di qualità dell’intero account AdWords e quindi a spendere di meno sul lungo periodo.
  9. Usate il remarketing. Il remarketing vi permette di ricontattare un visitatore che è già arrivato sul vostro sito senza aver completato la prenotazione. Perchè dovreste usarlo? Semplicemente perchè converte molto ed anche perchè sono ancora pochissimi gli hotel che lo fanno. Dovete ovviamente attivare una campagna sulla rete display per poter utilizzare il remarketing.
  10. Mettetevi nei panni dell’utente. Questo è il primo consiglio in ordine di importanza. Quando pianificate una campagna su Google AdWords per il vostro hotel dovete sempre avere ben in mente la necessità del vostro visitatore e quali esigenze sta esprimendo attraverso la ricerca su Google. Solo mettendovi nei panni del vostro potenziale cliente potete capire le sue richieste e soddisfare le aspettative.

Avviare una campagna su Google AdWords richiede 5 minuti, saperla gestire con successo richiede degli anni di esperienza. Ecco perchè consiglio agli hotel di formarsi internamente ad esempio attraverso il video corso di formazione sul web marketing turistico oppure richiedere una consulenza specifica da parte di consulente di web marketing turistico.

 

 




I più letti