Le professioni digitalizzate del turismo e gli strumenti per far viaggiare più velocemente online le informazioni

turismo-professioni

Nell’ambito del marketing e della comunicazione turistica si stanno affacciando nuove professioni proprio in ambito digitale, che ovviamente affiancano, completano e perfezionano quelle che sono da sempre state le professioni del turismo tradizionale, quindi a mano a mano le professioni digitali avranno un ruolo sempre più importante in fatto di supporto alle aziende turistiche nell’ambito del processo di adattamento al mondo della rete, al web e a tutto ciò che è online. Molte quindi le professioni del turismo digitale che si stanno sviluppando: scopriamo insieme quelle che stanno prendendo sempre più piede negli ultimi tempi, i cosiddetti “profili ibridi” cioè figure che nascono dall’incrocio di varie competenze e professionalità dando vita ad una nuova figura a tutto tondo.

Cominciamo con la professione più conosciuta in assoluto nell’ambito del turismo digitalizzato, il Community Manager, una figura che è chiamata a costruire, istituire e gestire le relazioni online, attraverso il web e i social media, come Facebook, Twitter, Instagram e si relaziona direttamente con il pubblico dei clienti. La seconda figura, molto ricercata è il Web Content Specialist, cioè quella figura professionale esperta che ha il compito di produrre, coordinare e distribuire i contenuti del marketing in funzione delle diverse piattaforme (il sito, i social media o il blog) e dei diversi target di riferimento. Queste prime due figure professionali sono quelle che hanno da subito cominciato a prendere piede nell’ambito del turismo digitale, ma vediamo invece quelle che stanno cominciando ad affermarsi negli ultimi tempi ma già molto conosciute, ad esempio il Digital Strategic Planner, cioè colui che collabora con il management dell’azienda per definire tutte le varie strategie di presenza sul web e le relative attività per essere appunto correttamente visibile.

Un’altra figura molto richiesta è quella dell’E-reputation Manager, cioè una persona alla quale viene affidato il compito di individuare i trend che emergono dal web e di monitorare tutte le opinioni e considerazioni degli utenti. Molto recente è la figura del Online Advertiser, cioè un professionista che è specializzato nel definire e realizzare delle campagne di marketing e pubblicità online selezionando e investendo sui media non tradizionali. Tutte queste figure professionali “digitalizzate” sono e saranno sempre di più vantaggiose ed importanti per le strutture turistiche, proprio perchè in questo mondo altamente digitalizzato non possono che avere delle posizioni primarie.

digital-skills-tablet-touch-screen

Una considerazione sorge spontanea, in tutta questo discorso di digitalizzazione del turismo, perchè quando parliamo di presenza online di una struttura turistica/ricettiva ci riferiamo sempre alle solite piattaforme di Facebook, Twitter e Google, esiste però anche il canale Youtube, molto spesso trascurato nella condivisione dei contenuti e ritenuto forse poco professionale. Youtube ed i video in generale stanno diventando un ottimo metodo per raccontare con immagini in movimento e suoni la propria struttura ricettiva. Youtube è un ottimo canale per catturare davvero l’attenzione del cliente: sarà sicuramente molto più incuriosito da un video che lo “fa entrare” più velocemente all’interno di un hotel rispetto ad un contenuto testuale. Il lavoro non termina ovviamente con la sola realizzazione del sito: una volta completato il video è necessario condividerlo a tutto tondo sulle varie pittaforme online come Facebook, Twitter, Google+, allargando di gran lunga il proprio raggio di azione. La particolarità di un video è quella che potrete dare al cliente molte più informazioni non solo di come è la stanza, il centro benessere o il ristorante, mostrando delle immagini, ma molto accattivante potrebbe essere intervistare lo staff della struttura e far vedere anche cosa succede dietro le quinte, magari in cucina, oppure nella preparazione di una stanza per il cliente, e magari ripetere questi video in base alla stagione e alle offerte che la struttura ha al momento, come una sorta di serie.

 

Articolo di Filly di Somma.




I più letti