Le parole chiave giuste per migliorare la tua reputazione online: ecco quali sono e come utilizzarle!

seo reputazione

Come far trovare il mio hotel in internet? Se questa è una domanda che ti sei fatto spesso da quando internet ha preso il sopravvento nel processo di prenotazione allora devi continuare a leggere!

Per avere maggiore visibilità e apparire nei primi risultati quando un utente compie una ricerca è necessario creare i propri contenuti con un’ottica SEO (Search Engine Optimization) e aver lavorato bene sulla propria reputazione online. L’errore che spesso si commette è quello di pensare di poter essere trovati solo perché si è presenti su internet con un sito web, con una pagina Facebook… Niente di più sbagliato! Per scalare la SERP, ovvero la pagina che contiene tutti i risultati di una determinata ricerca fatta dall’utente, bisogna essere più astuti, più smart. L’utilizzo di parole chiave (keyword) strategiche è il primo passo da fare in questo senso e se unito a un’ottima reputazione online ti aiuterà molto nella scalata dell’indice di popolarità della tua località. Tuttavia non basta, come molti erroneamente credono, utilizzare parole chiave generiche con un alto volume di ricerca. Le parole chiave generiche, spesso costituite da una singola parola o al massimo due, purtroppo hanno anche un alto livello di concorrenza e non ti aiutano a costruire la tua reputazione online. Facciamo un esempio: un ospite vuole passare le vacanze estive in montagna con la propria famiglia. Quello che cercherà sarà sicuramente “hotel in montagna” (altissimo volume di ricerca con altissima concorrenza e poca conversione) seguito da “con bambini”. Ecco che otteniamo dunque la keyphrase giusta: hotel in montagna con bambini.

Posizionarsi primo tra gli “hotel in montagna” sarà difficilissimo perché ce ne sono una miriade e perché i termini della ricerca sono troppo generici! Rientrare nei primi risultati della ricerca di un utente che vuole andare in vacanza con i propri figli o nipoti in una località di montagna è invece molto più semplice se si sfruttano queste parole chiave messe insieme.

Gli utenti ricercano contenuti sempre più mirati, ecco perché puntare su parole chiave o addirittura frasi chiave più descrittive e dettagliate aumenta la conversione. Quando un utente effettua una ricerca sceglie accuratamente le parole chiave. Esistono infatti due tipologie di parole chiave.

Le short tail keyword (parole chiave dalla coda corta) sono frasi brevi, molto generiche (es.: Hotel a Roma), costituite da parole molto utilizzate e che presentano quindi una alto volume di ricerca ma, conseguentemente, una fortissima concorrenza e un basso tasso di conversione.

Le long tail keyword (parole chiave dalla coda lunga) sono frasi più specifiche costituite da almeno quattro parole (es.: Hotel a Roma vicino alla stazione) il cui volume di ricerca è notevolmente più basso, ma allo stesso tempo anche la concorrenza è più bassa e la conversione più alta. Questo perché l’utente sa esattamente quello che sta cercando quindi ci sono molte più possibilità che clicchi su un sito che si posiziona grazie alle parole chiave che ha digitato.

Compresa questa sostanziale differenza sorge però spontanea un’altra domanda: come posso sfruttare le long tail keyword per il sito web del mio hotel? Ci sono due diversi modi e uno non esclude l’altro, anzi! Se eseguiti entrambi in maniera magistrale, vi faranno balzare in cima alla SERP!

Il primo è il contenuto statico del sito web. In questo caso è essenziale avere contenuti confezionati in modo strategico, il testo giusto, accattivante e che mostra un efficace utilizzo delle parole che volete sfruttare. Il secondo è il contenuto del vostro sito web generato dall’utente, ovvero le recensioni. Qui entriamo in gioco noi! Avere una buona reputazione online è importante non solo per fare bella figura con chi vi ha già trovati e vuole leggere i feedback degli ospiti, ma anche perché le recensioni creano UGC (Users generated content) strategico per la visibilità dell’hotel. Come si possono sfruttare gli UGC per il proprio posizionamento nella SERP? Clicca qui e scarica l’articolo completo di Customer Alliance per scoprirlo! Non farti sfuggire più nemmeno un feedback!

 

Contenuto sponsorizzato.




I più letti