La migliore vetrina per il tuo hotel? É Instagram!

Su Gologone Instagram Web Marketing Turistico

Hai un hotel e vuoi aumentare il numero dei tuoi clienti?

Sei capitato in uno dei momenti migliori: quello di Instagram!

Se ti stai chiedendo perchè dovresti investire su questo social, ecco qualche dato interessante:

  • 500 milioni di utenti unici mensili (fonte)
  • è il terzo social network più frequentato dopo Facebook e Youtube (fonte)
  • é utilizzato da persone di ogni età (fonte)
  • In Italia gli utenti di Instagram sono 9 milioni (fonte)

Come puoi vedere Instagram è un social network potentissimo! Se ne conosci i segreti puoi davvero far crescere il tuo business.

Ti mostro l’esempio concreto di un hotel che ad oggi adotta un’ottima strategia su questo social:

L’Hotel Su Gologone

Situato ad Oliena (Sardegna, Italia) a 15 km dall’altopiano del Supramonte, questo hotel è riuscito a creare una cornice magica e a pubblicizzarla al meglio posizionandosi come una delle mete più ambite da visitatori italiani e stranieri.

Questa è la sua galleria:

instagram su gologone

C’è un solo posto al mondo capace di darti le esperienze e le emozioni dell’Hotel Su Gologone: l’Hotel Su Gologone, Experience Hotel

Come puoi notare dalla descrizione, Hotel Su Gologone vende un’esperienza non vende un servizio. In questo modo si distingue subito da altre strutture con il suo stesso target.

Quali sono gli altri dettagli fondamentali della galleria?

  1. Il logo: dà immediatamente personalità alla galleria e ti rende riconoscibile agli occhi del cliente;
  2. Il sito web: un ottimo modo per far prenotare direttamente la tua struttura e dare maggiori informazioni sui tuoi servizi;

 

Hotel su Gologone è seguito da oltre 6.000 persone e segue 300 persone.

Ciò significa che non utilizza Instagram solo per acquisire contatti ma si mantiene attivo interagendo con gli utenti.

Ma ci sono altre azioni che puoi mettere in pratica subito per aumentare il coinvolgimento sulla tua galleria, vediamo quali:

Creare un hashtag ufficiale

#gologoneexperience è l’hashtag utilizzato dall’hotel Su Gologone per condividere sia le sue foto e i suoi video che quelle pubblicate dai clienti.

su gologone hashtag

Una volta che scegli l’hashtag che rappresenta al meglio il tuo hotel è bene che rimanga sempre lo stesso. Non dimenticare di inserirlo nei commenti sotto ogni foto e ricorda ai tuoi clienti di fare altrettanto.

Questa semplice azione ti consentirà di:

  1. Sapere cosa pensano di te;
  2. Capire com’è stata la loro esperienza nella tua struttura: la consigliano?;
  3. Aumentare l’engagement della tua galleria;
  4. Far conoscere l’hotel a un maggior numero di persone;

 

Come puoi notare, il commento che accompagna la foto in basso invita la clientela alla condivisione degli album con l’hashtag #gologoneexperience.

su gologone instagram

La migliore strategia è raccontare le vere esperienze dei tuoi clienti non solo la qualità dei servizi offerti.

Questo post ha avuto una buona interazione perchè trasmette un’emozione.

Non dimenticare di condividere le foto dei tuoi ospiti, in questo modo avrai sempre nuovo materiale per tenere aggiornata la galleria ma con un plus:

mostrerai la location da un punto di vista unico, quello della tua clientela.

La costanza nella pubblicazione su Instagram deve essere una tua priorità

Ai followers non piacciono le gallerie abbandonate da tempo e si stancano di seguire quei profili che pubblicano foto solo per gli auguri di Pasqua e Natale.

Devi stabilire un rapporto di fiducia con coloro che ti seguono e non puoi farlo pubblicando tre foto all’anno.

D’inverno chiudi il tuo hotel?

Non mettere in pausa anche la tua galleria, anzi sfrutta questo momento per pubblicare.

Hotel Su Gologone chiude durante l’inverno e riapre nel mese di marzo ma continua a condividere le foto dei suoi clienti.

gologone-inverno

Come devono essere le tue foto e i tuoi video?

Devono essere eccellenti. Come non puoi permetterti di sottovalutare la qualità del cibo che proponi o l’eccellenza dei servizi che offri non puoi permetterti di sottovalutare la qualità delle foto e dei video che pubblichi.

Sono fondamentali per raccontare:

  1. La tua storia unica e speciale;
  2. Il personale e chi lavora “dietro le quinte”;
  3. I servizi che offri;
  4. Le camere e gli spazi esterni;
  5. Il cibo che proponi: approfondisci le ricette presenti nel menù, fai risaltare la qualità degli ingredienti mettendone in evidenza la provenienza;

 

Investi in un servizio fotografico scattato da un fotografo professionista, potrai riutilizzare le foto e sarà uno dei tuoi migliori investimenti.

Offri un servizio particolare

Metti in evidenza una peculiarità del tuo hotel, rendila importante con foto dedicate e commenti che la raccontino nei dettagli.

Hotel Su Gologone lo fa con “il nido del pane” un’angolo dedicato alla panificazione tradizionale sarda che attira ogni giorno nuova clientela.

gologone experience

Ultimo step della tua strategia ma non il meno importante:

Coinvolgi gli instagramers e gli influencer del territorio

gologone influencer

Se vuoi fare un’ottima pubblicità alla tua struttura contatta coloro che su Instagram si occupano di raccontare usi, costumi, cibi, feste e appuntamenti del territorio.

Questo ti consentirà di farti conoscere e di raggiungere molti potenziali clienti.

Per quanto riguarda gli influencer fai attenzione alle persone che coinvolgi!

Sai che su Instagram è molto diffuso l’acquisto di followers e di likes? Ci sono servizi che permettono di acquistare 20.000 followers con pochi euro! Questo ti fa capire che devi andare oltre in numeri, non basarti sul numero di followers ma accertati che questi siano“veri” e coerenti con il tuo target.

Che tipo di influencer coinvolgere?

Questo dipende dalla tipologia di clientela che frequenta il tuo hotel. Se è frequentato prevalentemente da coppie di mezza età con figli e offri solo servizi che soddisfano quel target è inutile coinvolgere influencer che:

  • hanno 20 anni
  • fanno prevalentemente vita notturna
  • non hanno figli

Non ti porterà alcun nuovo cliente.

 

Che ne pensi di questo caso studio? Hai altri esempi da segnalarmi? Lascia un tuo commento.

 

Articolo di Chiara Pinna.




I più letti